.
Annunci online

OoAlexoO
Non si vede bene che col cuore. L'essenziale è invisibile agli occhi
 
 
30 ottobre 2006
before sunrise/before sunset


 

BEFORE SUNRISE:
Lui (americano)e lei (parigina) si incontrano sul treno che proviene da Budapest. Scendono a Vienna, camminano, parlano, si confidano, si baciano. Un film dall'impianto rohmeriano che riesce a dare spazio alla parola senza rinunciare al cinema. 
 
BEFORE SUNSET:
Jesse si trova a Parigi per promuovere il suo libro e, dopo nove anni, rivede Celine che adesso lavora nella capitale francese. Avendo poche ore a disposizione prima che l'aereo di Jesse decolli, i due passeranno quel po' che gli resta insieme.
****
"two is megl ke one"
diceva un vecchio spot...
e visto ke la cosa ke m riesce meglio in qst xiodo è guardare film...
ve ne consiglio2al posto d1!! :P
eheh skerzi a parte...
son 2 film molto belli...
oddio il finale del secondo lascia1po a desiderare
visto ke quello nn s puo definire1finale...
xò a parte questo m son piaciuti davvero tanto...
come avete gia letto nelle trame,
son2ragazzi sconosciuti ke s ritrovano a fare1viaggio insieme
e cominciano a kiakkierare fino a ritrovarsi a passeggiare insieme
x le strade d vienna...
nel secondo invece s ritrovan dopo ben9anni!
ma nonostante gli anni il feeling è sempre uguale!
c'è sempre 1forte sintonia tra i2...
i lunghissimi dialoghi(il film è fatto soprattutto di questi!)
gli sguardi intensi tra i protagonisti
e i luoghi(ke cmq son in secondo piano!)
t fanno amare questi film...
e t fanno anke pensare
"ma xkè non stanno insieme sti 2qui!!?
son fatti troppo l'uno x l'altra!!!
stupendi!!"
*__*
ma il destino non è mai come lo vorremmo noi...e quindi...
cmq i film son..
CONSIGLIATI ESCLUSIVAMENTE AI ROMANTICONI(come me)!!
:P
sxo tanto ke ne esca1terzo...xkè il finale del 2°è veramente assurdo!
-__-"




permalink | inviato da il 30/10/2006 alle 1:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
16 ottobre 2006
il diavolo veste prada




TRAMA:
Andrea, neolaureata e originaria di una cittadina di provincia, si è trasferita a New York dove ha trovato lavoro come assistente di Miranda Priestly, celebre editrice della rivista di moda 'Runaway'. Una posizione invidiabile se non fesse che il suo nuovo capo è una donna dispotica che le rende la vita impossibile...

MY IMPRESSIONS:
l'ho visto ieri sera al cinema con alcuni amici
è 1film molto leggero e carino...
x passare1serata spensierata e allegra...
t fa ridere...ma anke pensare quanto è superficiale,frivolo e
a parer mio anke triste il mondo della moda...
vabè ke gia lo sapevo...xò...
una cosa ke nn m è piaciuta x niente
nn c'entra col film...
o almeno solo in parte...
è il commento ke ha fatto1mio amico dopo aver visto il film...
ossia:"ke zoccola xò è stata lei!"
-____-"
cioè a parte ke di solito il primo commento ke 1fa riguarda il film
e nn il comportamente della protagonista...
ma cmq...
poi "zokkola xkè?"gli kiedo allora io...
e lui"xkè è andata a letto con quell'altro"
e io"vabè ma s'era lasciata col ragazzo..e poi era mezza ubriaca.."
e lui(e anke gli altri):"no vabè dai nn era mica tanto ubriaca"
e io"vabè mettiamo ke nn era ubriaca ma cmq
S ERA LASCIATA COL RAGAZZO!!"
e lui:"vabè ma se c teneva davvero al ragazzo nn c andava a letto con l'altro"
e io:"si voglio vedere se era1ragazzo al posto d lei..
in quel caso scommetto ke avresti detto..wa ke grande!"
e lui:"no avrei detto la stessa cosa!"
ora mettiamo il caso ke avrebbe detto la stessa cosa...
ma io m kiedo quad'è ke 1ragazza x lui è seria!?
cioè2s lasciano...
la ragazza va con1altro...
e x qst dev'esser definita zoccola!!??
e ke dev'essere casta a vita xkè magari c tiene ancora al suo ex!!??
MA STIAMO SKERZANDO!!?
mamma mia...
piu vado avanti...
piu li sento lontani alcuni miei amici...
troppo troppo bigotti!!!!
...e m spiace1sacco dirlo...
ma è cosi purtroppo!!!
ke tristezza!!
<_<


(e menomale ke avevo detto1serata spensierata! :P)





permalink | inviato da il 16/10/2006 alle 15:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa
15 ottobre 2006
Prendimi l'anima




TRAMA:
Zurigo, 1904. Sabina Spielrein, giovane ebrea di origine russa, viene ricoverata dalla famiglia in una clinica psichiatrica. La ragazza peggiora di giorno in giorno finché non interviene il giovane psichiatra Carl Gustav Jung, pupillo di Freud e deciso a utilizzare le metodologie del maestro viennese. La cura ha pieno e inaspettato successo. Ma tra medico e ammalata nasce un rapporto che ben presto diventerà amoroso, tanto da mettere a rischio la sanità - non solo mentale -di entrambi. Molti anni dopo toccherà a Marie, studentessa infatuata del personaggio di Sabina, recarsi in Russia per scoprire la verità sulla vicenda e sulla
tragica fine della sua eroina.

LE MIE IMPRESSIONI:
Questo film m ha colpita,emozionata e commossa moltissimo...
si x la relazione travolgente e passionale ke s instaura tra i protagonisti...
ma quello ke piu m ha colpito è Sabina,
è lei,la sua passione,la sua debolezza,la sua tenacia,il suo coraggio,
il suo altruismo...
sono queste le cose d sabina ke t entrano dentro e t fanno emozionare..
e ti kiedi come han fatto a nn calcolarla x cosi tanto tempo...
si xkè sabina non è stata solo paziente e amante d jung...
ma dopo,quando è guarita s è laureata e specializzata in psicologia..
e ha aperto1asilo-l'asilo bianco-in cui stava vicino ai bambini...
soprattutto quelli con piu difficoltà...
e li aiutava...
gli insegnava soprattutto ad essere liberi...
e la cosa sorprendente è ke riusciva sempre a "salvarli"...
osservandoli,cercando sempre d entrare in contatto con loro...
inoltre sabina scrisse alcuni saggi proprio sulla psicanalisi dei bambini...
ke xò in quegli anni nn vennero apprezzati anzi!!
Qst film è un omaggio a lei...
un personaggio ke la psicanalisi nn ha mai considerato importante...
cosa assolutamente errata...
consiglio a tutti d vedere qst splendido film...
x capire meglio quanto sia straordinario questo personaggio!
l'attrice ke lo interpreta poi è davvero sorprendente!bravissima!!
insomma..
GRANDE FILM DAVVERO!!!
*__*








permalink | inviato da il 15/10/2006 alle 1:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
5 ottobre 2006
secondo me....


è adorabile
anche quando sbaglia...






permalink | inviato da il 5/10/2006 alle 14:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
29 agosto 2006
il postino


stasera ho rivisto qst bellissimo film...
nn me lo ricordavo cosi bello...
cmq penso ke il grande massimo troisi non lo si puo ricordare meglio
d cosi...
semplice,ironico e malinconico come il suo personaggio...



molto meglio dire male qualcosa di cui si è convinti,
che essere poeta e dire bene quello che vogliono farci dire gli altri.

-pablo neruda-







permalink | inviato da il 29/8/2006 alle 2:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
21 luglio 2006
the others




TRAMA:
Alla fine della Seconda Guerra Mondiale Grace (Nicole Kidman) e i suoi due figli ancora piccoli vivono in una grande villa vittoriana sull'Isola di Jersey, nella Manica, sperando nel ritorno del marito Charles dal fronte. I due piccoli sono fotofobici, una seppur minima esposizione alla luce diretta del sole sarebbe loro causa di gravi sofferenze, ed in casi estremi addirittura della morte; per questo motivo la casa è costantemente immersa nell'oscurità, e ogni passaggio da una stanza all'altra richiede l'immediata chiusura della porta a chiave. Un mattino giungono alla villa tre domestici, la Signora Mills (Fionnula Flanagan); Lydia (Elaine Cassidy), una ragazza muta; e un anziano giardiniere. Da quel momento in poi sembrano accadere di continuo strani episodi, che fanno sospettare a Grace la presenza de "Gli altri" in casa...

***
ho visto qst film ieri sera...
e penso ke il regista sia 1 genio!!
cioè è assurdo ke x tutto il film pensi ke i protagonisti siano in 1modo...
e alla fine scopri ke son tutt'altra cosa!!
resti d sasso!!
almeno cosi son rimasta io!!
cmq grande film!
bravissima la kidman...e i2bimbi attori!
x non parlare della fotografia...
le ambientazioni con quella musica cosi angosciante
faceva l'effetto ke doveva fare!
perfetto!!
io ancora c penso adesso al film...
alla sorpresa finale soprattutto!!!
GRANDIOSO!!!
lo consiglio a tutti!
anke a ki come me s caca sotto!! :P
xkè anke se fa cacare1po sotto...
bisogna vederlo!!
è perfetto nel suo genere!!!






permalink | inviato da il 21/7/2006 alle 1:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
17 giugno 2006
transamerica





Bree è un transessuale che vive nella periferia di Los Angeles. Fa due lavori e cerca di risparmiare per pagarsi l'ultimo intervento, quello che la renderà definitivamente donna. Un giorno riceve una telefonata da New York. All'altro capo del filo c'è un giovane delinquente, Toby, alla ricerca del padre mai conosciuto. Bree si rende immediatamente conto di essere la persona cercata dal ragazzo, nato da un rapporto occasionale che lui ha avuto tanti anni prima, quando era un uomo. Ciò nonostante, non vuole prendersi la responsabilità di un figlio. Ne parla con la sua terapeuta, ma questa le impone di cercare il ragazzo altrimenti non le concederà l'autorizzazione all'intervento. Deve guardare in faccia il suo passato prima di affrontare l'operazione decisiva. Così Bree spende i suoi risparmi per prendere il primo aereo per New York e va a tirare fuori di galera suo figlio. Il ragazzo pensa che la strana donna che si trova davanti sia una missionaria cristiana impegnata nel recupero di quanti si sono allontanati dalla via di Gesù. Bree non fa nulla per chiarire l'equivoco, ma si spaventa del fatto che il ragazzo abbia la ferma intenzione di ritrovare il padre. Inizia così il loro viaggio lungo l'America alla volta di los Angeles, alla ricerca di loro stessi e del loro rapporto...

***

qst film affronta 1 tema davvero molto delicato...
ke xò è stato trattato e interpretato davvero benissimo dagli attori...
ke felicity huffman fosse brava questo l'avevo gia notato in desperate housewives
(telefilm ke adoro *_* )
ma devo dire ke in qst film m ha sorpresa ancora d piu...
è superlativa!!!
la storia poi è davvero molto bella e particolare...
i2protagonisti nn son perfetti...
sia x le esperienze ke hanno vissuto,sia x la difficolta d accettarsi e d farsi accettare..
ma insieme diventano1famiglia sicuramente nn all'ordine del giorno..
ma proprio x questo "straordinaria"!!

...e infine vorrei dire1cosa...
(xmettetemi qst commentino alquanto superficiale)
ma dopo averlo visto in qst film
io m sono innamorata d lui  :



ma nn è bellissimo!!??
*__*

ah quasi dimenticavo il trailer!!
^__^




permalink | inviato da il 17/6/2006 alle 0:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
31 maggio 2006
film stupendo...






lungo...ma veramente bello...
vale proprio la pena d vederlo...
c'è la storia in qst film
e non solo...
e poi c'è lo cascio(ke adoro)ke interpreta
1dei personaggi piu belli ke abbia mai visto in 1 film..
nicola carati...1uomo comune ma speciale:
*lo studente universitario intraprendente e aperto di vedute,
il marito
innamorato che, per salvarle la vita, consegna la moglie brigatista alla polizia,
il padre premuroso che vive solo con la figlia,
lo psichiatra basagliano amorevole coi pazienti ma incapace di percepire l’angoscia profonda del fratello,
il figlio che non trascura la vecchiaia solinga della madre distrutta dal dolore,
l'uomo dolce e fiducioso
("tutto quel che esiste è bello") che riceve “in eredità” una donna che lo farà alfine felice,
il cittadino che sa ancora scandalizzarsi di fronte alle ipocrisie e alle crudeltà di una società pigra e autoassolutoria, che pratica sempre più il cinismo e meno la solidarietà.



* http://www.movieconnection.it/schede/meglio_gioventu.htm




permalink | inviato da il 31/5/2006 alle 23:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
23 aprile 2006
la febbre





questa recensione m ha tolto le parole da bocca... :P

L'ultima fatica di Alessandro D'Alatri dietro la macchina da presa è una commedia sul mondo del lavoro ambientata a Cremona ed interpretata da Fabio Volo, già diretto da D'Alatri nel suo film precedente, il fortunato Casomai. Al centro de La febbre c'è un sogno professionale comune a molti giovani italiani: il protagonista Mario Bettini, irrealizzato geometra di provincia, sta cercando di aprire il proprio locale ideale insieme agli amici di sempre. Nel bel mezzo del sogno gli sforzi del defunto e mai dimenticato padre gli materializzano la possibilità di un posto fisso come geometra comunale, prospettiva invitante ma in contrasto col carattere del positivo protagonista, che si ritrova ben presto vessato professionalmente da un dirigente invidioso - "Se l'invidia fosse febbre, ce l'avrebbero tutti", chiosa ad un certo punto il vecchio e disilluso collega di Mario - e capace di invischiare ad libitum il progetto privato del giovane sottoposto nei rigidi meandri della burocrazia. Nel frattempo la strada sentimentale del buon Mario si incrocerà, complice la magia del caso, con quella di una studentessa di lettere in trasferta a Cremona, uno splendido ossimoro in grado di coniugare l'amore per la poesia con la poco lirica professione di cubista part time. Tra le oppressioni lavorative delle mezze maniche pronte a tutto pur di non cambiare di una virgola la propria dorata mediocritas burocratica, l'immancabile ricatto emotivo della madre vedova, il vero ricordo di un padre scomparso ma non dimenticato, il nostro antieroe saprà trovare se stesso, colpire con un'efficace ed isolata stoccata - ma intanto colpire, almeno una volta - il cuore di un sistema sbagliato ed incurabile, giusto un attimo prima di uscirne per non rinunciare ai sogni. Commedia ad alta concentrazione fosforica, La febbre è il ritratto dolceamaro di un'Italia bella quanto sbagliata, tanto uguale a se stessa da far rabbia. Ma è bello che gente come D'Alatri non esiti a raccontarne le troppe incongruenze, e riesca a farlo attraverso un plot semplice ed efficace, illuminato da una regia incisiva e multiforme. Degna di segnalazione la colonna sonora, in cui brillano un pugno di indimenticabili ballate dei Negramaro. Un'imperdibile boccata d'ossigeno.


Cioè ke altro dire dopo sta recensione?
lui è troppo bravo...e sempre mooolto carino...*__*
la storia è bella...le musike da favola...
e poi alcune riprese davvero originali...
ah dimenticavo...la parte ke piu m piace è quando
i2protagonisti stanno insieme..e lui le kiede
"ma tu xkè stai con1come me?"
e lei gli dice baciandogli la testa
"mi piacciono i tuoi pensieri...sono profumati"
*___*
ma nn è stupendo!!?
insomma S'ADDA' VERE'!!! ;-)





permalink | inviato da il 23/4/2006 alle 23:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
25 gennaio 2006
l'uomo perfetto



la trama:
Lucia giovane e brillante pubblicitaria, è sul vertice sbagliato del tipico triangolo: Paolo, l'amico amato segretamente dall’adolescenza, sta per sposare Maria, la sua migliore amica. Lucia non si dà per vinta e, disposta a fare qualsiasi cosa pur di riconquistare il suo uomo, decide di ingaggiare un attore squattrinato, Antonio, plasmarlo secondo i gusti dell'amica e fare di lui l'uomo dei sogni, perfettamente programmato a sedurre la rivale.
***

è una commedia troppo carina...
la storia è simpatica e anke gli attori m son piaciuti...
soprattutto scamarcio ke è vero ke è1gran pezzo d figo...
xò ha saputo dare al suo personaggio anke 1vena ironica...
ke devo dire ho apprezzato tanto!
anke la protagonista( lucia)m è piaciuta...
ke poi anke se sembra1sfigata in realtà è piu"vincente"dell'amica...
boh..ke altro dirvi...
x una serata allegra e spensierata è quello ke c vuole..
^__^






permalink | inviato da il 25/1/2006 alle 23:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
agosto       
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Feed
blog letto 1 volte